Posted on

Evento Live 7 e 8 Marzo 2020

Lara G., [11.02.20 15:41]
Finito un evento riparte subito l’altro! Sempre più su sempre più in alto!!
Pronti…?
Partiamo!
Vi aspettiamo Sabato 7 e Domenica 8 all’evento live che si terrà come di consueto presso la nostra sede a Novara in Via Andrea Costa 26/28,
qui un occasione per passare 2 giorni insieme a noi indimenticabili, dove potrai apprendere nuove tecniche di giocata, spalla a spalla con Simone di Sabato l’inventore del metodo di trading sportivo bidirezionale! Qui avrai l’opportunità di implementare la tua conoscenza, di chiarire i tuoi dubbi di fare domande e di essere seguito da simone di sabato in persona, che aspetti?? Prenota subito il tuo evento allo 0321 65 95 20 oppure inviando una mail a info@tradingsportivobidirezionale.it e ti costerà solo 99,00 € e se sei possessore di abbonamento per te l’evento è totalmente gratuito.
Che aspetti?! Unisciti alla nostra comunity di Trading Sportivo Bidirezionale e potrai dire anche tu “HO FATTO PROFITTO!!”

Posted on Lascia un commento

3-2-1… ai nastri di partenza Serie B e Serie A!

Serie A e Serie B

Mentre il calciomercato si appresta a vivere i suoi ultimi 10 giorni, solitamente quelli più caldi, anzi roventi, con occasioni last minute e veri e propri botti di fine estate, i campionati di Serie B e Serie A prendono il via!

La manifestazione cadetta vede ai blocchi di partenza diverse pretendenti per il grande salto in Serie A. Su tutte, il Benevento di Pippo Inzaghi parte con l’etichetta di superfavorita ma attenzione anche a Chievo Verona, Empoli, Crotone, Cremonese e le altre due squadre allenate dai Campioni del Mondo di Germania 2006, ovvero il Perugia di Massimo Oddo e il Frosinone di Alessandro Nesta. Da non dimenticare anche la Salernitana dell’ex Ct Gianpiero Ventura e del suo fedelissimo Alessio Cerci pronti a dare filo da torcere a tutti e a riprendersi qualche rivincita con il recente passato.

9 partite per 38 giornate: ovvero una serie di possibilità infinite per guadagnare con il trading sportivo bidirezionale. Conoscere le squadre e analizzare le partite è fondamentale, ma devi ricordare che il campionato italiano di Serie B molto spesso è tra i più incerti dell’intero panorama. Ecco perché conoscere tutte le nostre strategie di trading ti permette di ridurre (quasi) al massimo i rischi, aumentando invece le possibilità di vincere e quindi di guadagnare perché noi vinciamo a prescindere dell’esito del match.

Stesso discorso per la Serie A: dopo 8 stagioni di dominio juventino riparte la caccia al tricolore con Inter, Napoli e Roma volenterose di colmare il gap dalla nuova Juve di Maurizio Sarri. Partono un po’ più indietro invece Atalanta, Lazio, Fiorentina, Milan, Torino e Sampdoria: alcune perché impegnate su più fronti, altre perché non hanno ancora trovato il giusto amalgama dal mercato e magari l’intesa perfetta con il nuovo mister. Attenzione chiaramente anche a tutti i club impegnati (almeno sulla carta) nella lotta salvezza, a partire dalle 3 neopromosse, cioè Lecce, Hellas Verona e il nuovo Brescia di Balotelli, ennesima scommessa della sua carriera.

Il campionato sta per ripartire. Tu sei pronto a fare le tue nuove puntate? Sei pronto a guadagnare nuovamente con le scommesse sportive e con il calcio italiano? Ricorda che il trading sportivo bidirezionale è diverso dalle scommesse classiche, perchè è trading appunto.

Se vuoi avere il tuo reddito aggiuntivo, allora non ti resta che formarti e imparare le strategie che i nostri massimi esperti consigliano e che portano a guadagnare anche in caso di pareggio.

Il trading sportivo bidirezionale infatti ti permette di guadagnare con qualsiasi risultato, a prescindere dall’andamento del match. Se vuoi ottenere un’entrata extra, allora hai bisogno di imparare tutte le tecniche e le regole del trading sportivo.

Se non sai ancora nulla in merito a tutto ciò, ti invito a consultare il sito e a richiedere informazioni. Come primo passo invece, acquista il libro “Trading Sportivo Bidirezionale” a questo link:

https://www.amazon.it/Trading-sportivo-bidirezionale-Vinciamo-dispetto/dp/8893845970/ref=asc_df_8893845970/?tag=googshopit-21&linkCode=df0&hvadid=279839640237&hvpos=1o1&hvnetw=g&hvrand=15810778581005114263&hvpone=&hvptwo=&hvqmt=&hvdev=c&hvdvcmdl=&hvlocint=&hvlocphy=9047203&hvtargid=pla-636107901286&psc=1

e inizia a leggerlo. Troverai subito preziose indicazioni.

La nuova stagione è praticamente ai blocchi di partenza: non ti resta che scoprire come poter ottenere un reddito aggiuntivo comodamente da casa tua.

Posted on Lascia un commento

decreto dignità

In vigore il Decreto Dignità contro la pubblicità delle scommesse sportive… ma la cosa non ci riguarda!

Da Domenica 14 Luglio 2019, è entrato in vigore in vigore il decreto legge “Misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”, meglio conosciuto come Decreto dignità. In realtà già nell’estate 2018 si era parlato di questo decreto, diventato di fatto il primo vero atto normativo del Governo Lega-M5S.

I punti che lo compongono sono diversi e vanno dalle modifiche al Jobs Act Renzi-Poletti, all’eliminazione del redditometro, alla stretta sulle pubblicità del gioco d’azzardo.

Focalizzandoci su quest’ultima voce, l’obiettivo del Governo è la lotta contro la ludopatia, cioè la dipendenza patologica dal gioco d’azzardo: quindi stop alla pubblicità e alla sponsorizzazione per il gioco d’azzardo. Niente più dunque pubblicità televisive e spot del lotto, del gratta e vinci e delle scommesse sportive. Le sanzioni previste per la violazione del divieto salgono dal 5 al 20% del valore del contratto. Inoltre sui “gratta e vinci”, analogamente a quanto avviene per le sigarette, viene introdotto l’obbligo di riportare la scritta “Nuoce alla salute”.

Visto che all’interno del decreto viene fatto riferimento anche alle scommesse sportive, vogliamo fare una precisazione ben chiara e netta, anche per rassicurare tutti i nostri corsisti e i nostri clienti.

Il nostro servizio ha sì a che fare con match e manifestazioni sportive di ogni tipo, specialmente le partite di calcio (principali oggetto di scommesse), ma non si tratta di betting. Quello che noi insegniamo e promuoviamo infatti è il trading sportivo, ovvero attività e operazioni di acquisto e vendita di alcuni strumenti dopo un’attenta analisi di dati, squadre e partite, anche live.

A differenza del classico betting infatti, che si basa praticamente sulla sorte e vede gli scommettitori puntare sul risultato di una partita ma affidandosi quasi solamente alla dea bendata, il trading sportivo bidirezionale è un modo proficuo per ottenere guadagni ma che si fonda su uno studio approfondito di tutto il contesto. Prima di esortare i nostri clienti/corsisti a tradare, li invitiamo a seguire e partecipare per mesi ai nostri corsi, a fare varie simulazioni e a provare in versione demo, con soldi finti, anche per testarne l’approccio psicologico, che nel trading rappresenta un aspetto fondamentale.

Come diciamo sempre infatti, chi vuole improvvisarsi non può fare il trader; chi non ha il giusto tempo da dedicare a quest’attività non può fare il trader; chi non vuole impegnarsi per formarsi e studiare le dinamiche dei vari mercati e tutte le varie possibilità, non può fare il trader.

Tutto questo ovviamente include che anche il trading sportivo bidirezionale deve essere fatto con responsabilità e senso del dovere e solo a partire dai 18 anni compiuti. L’utente infatti che si avvicina ai nostri corsi e ai nostri servizi deve essere maggiorenne.

Per questo, oggi, nonostante l’entrata in vigore del Decreto Dignità noi ci sentiamo molto tranquilli e vogliamo rasserenare e rassicurare anche tutti i nostri clienti e tutti i nostri corsisti che questo atto normativo non ostacolerà il nostro operato.

Quindi, avanti tutta con il Trading Sportivo Bidirezionale.

Posted on Lascia un commento

una stagione infinita con ancora molto in palio…in campo e sui siti scommesse!!!

Si parla già da tempo di Stagione 2019/2020. Il mercato è in pieno fermento, il valzer degli allenatori prosegue e il via vai di procuratori dalle sedi dei club è movimento costante e quotidiano.

Sembra di essere già immersi nella nuova stagione e invece… e invece siamo ancora nel pieno dell’annata 2018/19. Il mondiale femminile, l’Europeo Under 21, la Coppa America e la Coppa d’Africa: sono queste le manifestazioni ancora in essere, addirittura alcune appena iniziate.

Fino al 13 luglio, data della finalissima della Rassegna del Continente Nero, la Stagione in corso non potrà considerarsi archiviata, mentre contemporaneamente sarà già iniziata quella nuova, con le prime squadre di Serie A in ritiro e alcuni club europei già impegnati con i turni preliminari di Champions ed Europa League.

Praticamente non si stacca mai! Ci sono giocatori che sono sul campo da inizio Luglio dello scorso anno e che 12 mesi dopo si ritrovano ancora a sfidarsi per partite molto importanti.

Motivi di solo calcio o anche di business? Se parliamo delle nazionali maschili sicuramente è un bel mix di componenti, visto anche la frequenza con cui Coppa d’Africa e Coppa America si svolgono. E’ diverso invece il discorso per il mondo rosa del pallone che, almeno per noi in Italia, quest’anno ha finalmente preso il giusto spazio di visibilità anche a livello mediatico. Il Mondiale poi sta vedendo le nostre ragazze sempre più protagoniste. Dopo aver superato il proprio girone con il 1° posto in classifica, cosa per nulla scontata vista la forza di Brasile e Australia, le Italian Girls si ritrovano ai Quarti di Finale della competizione di fronte al Olanda, ottima squadra, pronte a dare il massimo per andare avanti in questa competizione che ormai rappresenta il sogno.

Ecco quindi che in queste manifestazioni non solo ogni risultato, ma addirittura ogni gol può assumere un’importanza decisiva ai fini del passaggio del turno. Una rete realizzata in più o, al contrario, subita può cambiare scenari e destino di una nazionale. Può farla passare come prima nel girone, come seconda o addirittura escluderla dalla fase successiva. Gli Azzurrini Under 21 di Gigi Di Biagio sono usciti dall’Europeo per demeriti propri sicuramente (pesa in modo enorme la sconfitta 1-0 contro la Polonia) ma anche per uno scontato pareggio tra Romania e Francia del Gruppo C che ha permesso loro di accedere alle semifinali eliminando proprio i nostri. Per dirla con linguaggio molto popolare, hanno fatto il “biscottone” per estrometterci. Sicuramente una cosa poco etica ma, vedendola dalla loro parte, decisamente funzionale.

In tutto questo, chi ci ha guadagnato? Oltre ai veri protagonisti in campo, anche chi ha saputo guardare la partita con gli occhi dell’esperto di trading sportivo e così guadagnare anche in caso di pareggio. Affidarsi alle scommesse sportive infatti richiede un’affidabile strategia di trading grazie alla quale è possibile ottenere una comoda entrata extra.

Fare trading sperando nella sorte non significa di certo conoscere le dinamiche, ma essere in balia di un qualcosa di instabile e incerto. Chi invece sa come muoversi, è in grado di ottenere il massimo con qualunque risultato, anche con i pareggi.

Quindi, hai tempo ancora qualche settimana per guadagnare con il calcio da questa stagione infinita ma che offre opportunità importanti da sfruttare comodamente da casa tua, oltre al calcio questo è il momento giusto per il tennis: il 1° luglio partirà il torneo di Wimbledon.

Posted on Lascia un commento

Trading Sportivo al femminile

Seppur nel mondo del trading, sia sportivo che finanziario, le donne scarseggino, entrambi i settori non ne sono del tutto privi. La disparità tra uomini e donne è data, sostanzialmente, da due fattori: – lo sport è tendenzialmente associato al calcio, seguito dagli uomini; – l’indole della donna. In realtà, non tutto lo sport è calcio: il tennis, per esempio, è perfino più profittevole e, per imparare questa professione, non è richiesta alcuna esperienza sportiva pregressa. Per quanto riguarda l’indole, invece, è un vero e proprio complimento: la donna, infatti (in linea molto generale), ha un rapporto estremamente protettivo nei confronti della prole e anche del denaro. Per questo motivo, la ludopatia e i grossi crack economici riguardano maggiormente gli uomini; perciò, spesso e volentieri è la donna che gestisce la contabilità all’interno del nucleo familiare. Questa dote la porta a rischiare molto meno della controparte maschile; quindi, anche solo informarsi riguardo a questo settore è già ammirevole e, superare le prime difficoltà, lo è ancora di più!